mojos sviluppo siti web e applicazioni in sardegna - immagine di default

Guida Woocommerce: gestione del catalogo

In questo nuovo capitolo della nostra guida a WooCommerce (plugin con cui trasformare WordPress in un sistema e-commerce) tratteremo la gestione del catalogo delle merci. La scheda “Catalogo” è accessibile nel solito modo:

Pannello amministrativo -> WooCommerce -> Impostazioni

Questa pagina permette di gestire tutte le opzioni di visualizzazione della pagina “Shop“, che come si può facilmente immaginare è la pagina principale del nostro e-commerce. “Shop” infatti è il raccoglitore di tutti i prodotti e spesso sarà impostata come pagina iniziale del sito, dunque è consigliabile impostarla correttamente:

  • dando risalto a quei prodotti in grado di attrarre l’attenzione e la curiosità dell’utente.

Le prime opzioni visualizzate in “Impostazioni” sono quelle per modificare l’ordinamento dei prodotti e la loro visualizzazione.

Catalogo – WooCommerce Impostazioni

Dato che l’articolo è un po’ lungo ho deciso di racchiudere i vari argomenti in delle “tabs”, spero che ciò non vi dia problemi e anzi vi semplifichi la lettura.

[tabs style=”defalut” id=”tabcatalogo”]

[tab title=”Ordinamento prodotti”]

Impostazione predefinita ordinamento prodotti:
questo menù a tendina permettere di scegliere come ordinare i prodotti della pagina Shop. Va notato che questa opzione funziona sulle pagine del catalogo che mostrano i prodotti. Quindi se nella pagina principale scegliete di mostrare le categorie dei prodotti in vendita, questa opzione non avrà effetto sulla pagina Shop. Avrà invece effetto sulle pagine che mostrano i prodotti ordinati per categoria.

  1. “Predefinito (ordinamento personalizzato + nome)” mostrerà i prodotti utilizzando l’ordinamento che andremo a definire in combinazione al nome che daremo ai singoli prodotti. Sta a voi quindi decidere su cosa puntare e quali prodotti mettere in evidenza ;
  2. “Popolarità” mostrerà per primi i prodotti più venduti, tale ordinamento dunque potrà variare nel tempo in base agli acquisti effettuati. Questo è un approccio standard in cui si punta sul fatto che chi entra nel sito web probabilmente sta cercando proprio uno dei vostri prodotti di punta;
  3. “Valutazione media” questo tipo di ordinamento funziona solo se abiliterete le “recensioni dei prodotti” e nel caso verranno visualizzati per primi quelli con la valutazione media più alta (i più apprezzati non sempre coincidono con i più  venduti). Con questo ordinamento si gioca sul fatto che “se piace a molte persone probabilmente è un articolo valido”;
  4. “Dal più recente” mostra gli articoli in ordine cronologico, è una buona scelta per chi aggiorna spesso l’e-commerce e punta agli “oggetti novità”;
  5. “Per prezzo” nelle varianti crescente e decrescente invece ordina gli oggetti del e-commerce in base al prezzo che assegnate ad ogni articolo. Queste due sono possono essere buone strategie se si gestisce un e-commerce che punta a battere la concorrenza sul prezzo o si vendono articoli di un certo valore.

Visualizza pagina negozio:
questa opzione ci permette di scegliere cosa mostrare nella pagina del catalogo.

  1.  “Mostra prodotti” fa si che nella pagina Shop vengano mostrati tutti i prodotti presenti sul sito web;
  2. “Mostra categorie” invece fa si che venga visualizzato l’elenco di tutte le categorie di prodotti che avete creato. Se il vostro e-commerce è molto grande probabilmente questa è la scelta migliore;
  3. “Mostra entrambi” invece a parer mio è l’opzione più particolare. Visualizza un mix tra le due scelte precedenti e a mio avviso va utilizzata con cautela dato che rischia di creare confusione negli utenti.

Categoria di default:
sebbene il nome indichi tutt’altro (purtroppo non sempre le traduzioni dei plugin di wordpress sono perfette) questa tendina serve per controllare cosa visualizzare nel caso in cui nella tendina Visualizza pagina negozio si sia scelto “Mostra categorie” o “Mostra entrambi”. In pratica funziona allo stesso modo del opzione vista poco fa e permette di scegliere cosa visualizzare nella pagine delle categorie (bisogna ricordarsi che in wordpress si possono definire categorie e sotto categorie).
Acquista:

  1. abilitando “Reindirizza alla pagina del carrello dopo un aggiunta riuscita”, ogni volta che l’utente aggiunge un oggetto al carrello questo verrà visualizzato. Sinceramente sconsiglio di abilitare questa opzione che può risultare molto fastidiosa e spingere l’utente ad abbandonare il sito prima di concludere l’acquisto;
  2. attivando i pulsanti AJAX invece si sfrutterà la potenza di questo metodo di programmazione asincrono e tutti gli oggetti saranno aggiunti al carrello senza che l’utente debba attendere i caricamenti delle pagine.

[/tab]

[tab title=”Dati prodotto”]

Questo gruppo di opzioni serve per decidere cosa visualizzare nelle pagine dei prodotti. In particolare molti di questi si commentano da soli:

  1. selezionando “Abilita il campo COD (identificatore univoco) per i prodotti” si renderà visibile il codice che utilizziamo per identificare un prodotto;
  2. “attiva il campo peso” e “attiva il campo dimensioni” permettono di inserire questi valori durante la fase di creazione di un prodotto:
    1. questi valori potranno essere utilizzati per calcolare le spese di spedizione da mostrare al cliente. Va notato che per essere realmente utilizzati è necessario sviluppare dei metodi di calcolo delle spese di spedizione ad hoc;
  3. abilitando “mostra i valori di peso e dimensioni nelle informazioni Aggiuntive” gli eventuali valori inseriti verranno mostrati ai clienti i una apposita scheda;
  4. con “unità di peso” e “misure conf.” invece vengono scelte le unità di misura per esprimere il peso di un prodotto e le dimensioni della confezione destinata a contenerlo;
  5. “valutazione del prodotto” invece permette di scegliere come e chi può inserire valutazioni sui prodotti.
    1. Consigliamo di valutare bene queste opzioni. Infatti dare la possibilità ai clienti di inserire commenti e recensioni sui prodotti, se non monitorate costantemente,  può rivelarsi un arma a doppio taglio. Se da un lato si rende partecipe il cliente, cosa che può generare dell’ottima pubblicità, dall’altro si rischia di mostrare il fianco a bot il cui unico compito è pubblicare spam. Un altro problema possono essere le recensioni negative non sempre meritate. Parliamoci chiaro è praticamente impossibile ricevere solo recensioni positive, ma a volte (come chi utilizza spesso tripadvisor avrà notato) alcuni clienti tendono a esagerare un po’ con i toni. Si può provare a limitare questo rischio scegliendo con cura le opzioni da abilitare.
      – “Attiva voti sulle recensioni” permette ai di dare anche una valutazione numerica al prodotto, inoltre rende disponibili altre opzioni;
      – “Per votare bisogna scrivere una recensione” obbliga i clienti che vogliono dare una valutazione numerica al prodotto a scrivere una piccola recensione per giustificare il suo voto;
      – “Mostra l’etichetta Proprietario Verificato nelle recensioni dei clienti” fa apparire un etichetta affianco alle recensioni di clienti verificati.

[/tab]

[tab title=”Opzioni prezzo”]

Queste sono le opzioni per decidere il formato dei prezzi visualizzati.

  1. “Posizione valuta” permette di scegliere su che lato mostrare il simbolo della moneta scelta per operare;
  2. “Separatore migliaia” permette di inserire il carattere con cui separare le migliaia nei prezzi visualizzati (ad esempio il punto);
  3. “Separatore decimali” come sopra (in genere bisogna considerare che nei paesi anglofoni si usa il punto al posto della virgola);
  4. “Numero di decimali” permette di scegliere quante cifre mostrare dopo la virgola;
  5. “Zeri finali” se abilitato forza il sistema a mostrare i numeri decimali anche se tutti 0.

[/tab]

[tab title=”Opzioni immagine”]

In quest’ultima sezione troviamo le opzioni sulle dimensioni delle immagini dei prodotti da visualizzare nel nostro e-commerce. In particolare le tre opzioni permettono di scegliere l’ampiezza e l’altezza delle immagini da visualizzare nel catalogo, dell’immagine principale da visualizzare nella pagina dei singoli prodotti e le dimensioni da utilizzare nelle gallerie delle immagini.

Va fatta particolare attenzione all’opzione “Hard Corp” presente a lato di ogni opzione. Spuntando questo campo infatti si alleggerisce il sito ma   tutte le miniature saranno ottenute tagliando le immagini con risultati non sempre predicibili. Se si modificano le opzioni di default potrebbe infine essere necessario rigenerare le miniature che wordpress genera in automatico quando le immagini vengono inserite nel sistema. Per eseguire quest’operazione è necessario installare un ulteriore plugin, ma si può utilizzare tranquillamente quello suggerito (Regenerate Thumbnails è un ottimo plugin ma potrebbe essere necessario un po’ di tempo per terminare l’operazione).

[/tab]

[/tabs]

« Guida WooCommerce: impostazioni generali

Guida WooCommerce – widget per link con immagini alle categorie