mojos sviluppo siti web e applicazioni in sardegna - immagine di default

Tempistica per l’indicizzazione di un sito web

In questi giorni c’è capitato di lavorare al sito per il Mercatino di Natale 2013 di Nuoro e come da tradizione nel organizzare l’evento si son accumulati un po’ di ritardi. Ora sorvolando sugli infiniti intoppi che si verificano mentre si organizza l’evento, il problema principale di chi realizza un sito per un evento è sempre e solo uno:

far si che il sito sia pronto in tempo per sponsorizzare l’evento! (o meglio l’indicizzazione di un sito web)

Una cosa che spesso il committente di un sito sottovaluta son le tempistiche di realizzazione dei siti web. Chi si occupa di sviluppare un sito internet deve quasi necessariamente considerare il tempo necessario per:

  • la ricerca e l’analisi delle parole chiave da utilizzare;
  • progettare graficamente il sito;
  • implementare il tutto e inserire in modo efficace le parole chiave nel sito;
  • l’indicizzazione o meglio il tempo che impiega il crawler (noto anche come spider o robot) del motore di ricerca X ad analizzare il sito.

Durante l’indicizzazione di un sito web quest’ultimo punto è in assoluto il più critico, complicato e snervante. Lavorare ventiquattro ore al giorno sul sito, anche se si utilizzano i migliori strumenti per il controllo del SEO, rischia di rivelarsi completamente inutile.. Finché lo spider non si “degna” ad analizzare il contenuto delle pagine il sito non apparirà tra i risultati dei motori di ricerca!

Naturalmente esistono metodi per suggerire un sito o una pagina ai vari motori del web. Quasi tutti infatti offrono una form con cui inviarne l’indirizzo e una breve descrizione ma, vista la quantità di dati presenti in rete, l’operazione di indicizzazione di un sito web rimane comunque lenta e difficilmente quantificabile dal punto di vista del tempo.

indicizzazione di un sito web in pochi giorni

Ritornando al discorso iniziale dunque, ci siamo ritrovati ad operare al ultimo secondo con la necessità di far indicizzare il nuovo sito nel minor tempo possibile.. cosa fare? Noi ci siamo riusciti in poco meno di sei giorni, ecco come abbiamo risolto.

Indicizzazione di un sito web

Procedere con le classiche ottimizzazioni

La mancanza di tempo non è una buona scusa per sottovalutare le normali operazioni di ottimizzazione, quindi ecco come preparare l’indicizzazione di un sito web:

  • assicuratevi che il codice html sia formalmente corretto (in rete è facile trovare una marea di “validatori” gratuiti);
  • assicuratevi di aver creato dei testi abbastanza lunghi, che contengano le parole chiave scelte e in italiano corretto;
  • non tralasciate di ottimizzare le immagini, i documenti e i link interni al sito (sopratutto per ciò che riguarda i titoli e i testi alternativi);
  • analizzate i testi e la dove possibile, trasformate il codice e inserite tutti i micro dati utili a schematizzare gli argomenti trattati.

Il concetto è semplice: “rendere il sito interessante e ben fatto agli occhi dei motori di ricerca”.

Costruzione di una struttura di indirizzi

Anche se il vostro sito non esce ancora tra i risultati delle ricerche, non è detto che debba per forza essere inaccessibile! Un buon metodo per dare una mano agli “spider” (ma sopratutto al sito) è quello di costruire una piccola rete di “back-link” che da siti in buona posizione rimandino al vostro sito. Meglio se i temi trattati nei vari siti sono simili a quello del sito da indicizzare.

In questo caso invece oltre a cercare di sfruttare la visibilità dei siti che ospitano i link, si spera che il motore di ricerca analizzando la pagina segua il collegamento fino al sito da indicizzare. In pratica si spera che l’indicizzazione di un sito avvenga in quanto è “stata suggerita” da un sito con una buona reputazione e già visibile.

 

(l’immagine riportata in questo articolo è di proprietà di  twobee / FreeDigitalPhotos.net)